Yan Pei-Ming: “Se hanno paura di un artista come me, hanno paura del mondo intero”

"Mao, au balcon", 2000. Olio su tela, 250x250 cm. Collezione privata.

Yan Pei-Ming è cinese (è nato a Shangai)? Yan Pei-Ming è francese (vive a Dijon)? No. Yan Pei-Ming è un artista globale, universale, che si trova a casa sua tanto in Oriente, quanto in Occidente. E’ un artista di oggi, insomma, che dipinge le icone di oggi: dal papa a Bruce Lee, con l’acquerello cinese, come con l’olio europeo.

In genere, il ritratto è la trasposizione su tela di un uomo in un momento preciso. Qui, invece, Ming riesce in un’opera colossale: dipinge un uomo senza fargli un ritratto, sfrutta la sua icona pop per creare qualcosa di “larger-than-life” [più grande della vita], una immagine comunicativa che vale ovunque nel mondo e in ogni tempo.

Ming riesce a riflettere, infatti, sulla mortalità nel mondo delle icone: Mao sembra non essere mai stato così vivo, così intenso. Del resto, se da lontano la tela ci ispira una certa sacralità, ci parla di un mito, da vicino, al contrario, ci sembra di poterlo toccare il “mito”, di avere con lui un’ intima confidenza. E cos’è un’icona pop oggi, se non questo perverso mix di sacralità e confidenza?

Ming reinterpreta un’icona, un’immagine che tutti noi abbiamo fissa in mente. Fa, quindi, un’operazione come quella che -nostro malgrado- facciamo tutti noi ogni giorno: cerca una mediazione tra la libertà di immaginazione e le strutture psicologiche e le immagini che ci vengono imposte da TV, pubblicità, cinema. Ed è chiaro che, reinterpretandole, dà una nuova urgenza ad immagini ormai stereotipate: ci mette dentro, con la violenza della sua pennellata, la lotta, la provocazione, l’azione, la coscienza.

Yan Pei-Ming ci fa capire, insomma, che noi siamo un prodotto culturale che affonda le sue radici nei secoli passati, ma che oggi ciascuno di noi, uomini della società delle immagini, non è che la somma dei suoi miti, svuotato di una propria qualsiasi interiorità.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: